Chilecon Valley: ecco che in Cile crescono startup

 

foto: http://www.emprendoverde.cl/

foto: http://www.emprendoverde.cl/

Il Cile sembra aver realizzato il sogno di molti altri Paesi: quello di creare una propria Silicon Valley. Reso possibile grazie a un fondo creato dal governo.

Il sogno di ogni startupper è quello di spostare la propria startup nella silicon Valley o imparare dai “grandi innovatori” che lì risiedono, ma ormai le idee innovative trovano altri spazi dove svilupparsi grazie alla capacità di alcuni Governi di accettare le sfide di un’economia globale in perenne mutamento: così nasce Startup Chile.

Tutti ormai conosciamo la Silicon Valley, situata nella parte meridionale della San Francisco Bay Area, dove hanno sede le più grandi imprese multinazionali legate alla produzione di software, semiconduttori e computer come Google, Apple, Microsoft e Facebook. Fin dagli anni settanta molti Paesi hanno cercato di ricreare una Silicon Valley propria da Waterloo in Canada a Bangalore in India.

Nel 2010 è arrivato il momento del Cile con Startup Chile: un programma creato dal Governo cileno con l’obiettivo di creare un’area che attraesse imprese e investitori da tutto il mondo e da diffondere, così, idee innovative nel Paese.

Il Cile è attualmente uno dei Paesi economicamente più forti nell’America latina: la sua economia è sempre stata legata all’estrazione ed esportazione del rame ma ciò che gli ha permesso di resistere alla crisi economica mondiale è stata l’applicazione di un modello liberista aprendosi ad investimenti esteri con i quali ha potuto creare nuove opportunità e stimolare l’iniziativa privata. Questa politica è all’origine di Startup Chile che conta tra i propri partners Amazon, Google e American Airlines.

Il Governo cileno, per attrarre nuove startups, ha creato un nuovo dipartimento chiamato InnovaChile stanziando 40 milioni di dollari: alle startup selezionate vengono concessi 40.000 dollari a fondo perduto e un visto per un anno, senza pretendere che la sede legale delle stesse sia stabilita nel Paese o imponendo altre restrizioni.

Quello che in realtà si sta creando in Cile è una rete che permette agli startupper di tutto il mondo di entrare in contatto con i grandi bussinessman. Così si crea una “Chilecon Valley” dalla quale escono idee innovative o si rafforzano quelle che arrivano dagli altri paesi stimolando la cultura d’impresa cilena.

Il Governo cileno ha trovato il modo di stimolare l’iniziativa privata e soprattutto l’occupazione giovanile, senza stanziamenti di miliardi di dollari. Chilecon Valley è, finora, il tentativo meglio riuscito della creazione di una nuova Silicon Valley e la grande potenza economica brasiliana, ispirandosi a questo progetto, ha creato Startup Brazil.

 

Per saperne di più:

http://www.startupchile.org/
http://www.imf.org/external/pubs/ft/survey/so/2012/CAR101212C.htm http://www.imf.org/external/country/CHL/index.htm
http://www.startupbrasil.org.br/landing/index.html

 

Vittoria Canessa

 

 

Be Sociable, Share!